F1 2020: Gp Austria p2. La dura realtà

13/07/2020

 

La vittoria di Lewis Hamilton di ieri ha un valore solo per le straordinarie qualifiche da lui effettuate al sabato sotto la pioggia.

Con una Mercedes che ha mezzo secondo di vantaggio al giro sulle Red Bull ed un secondo di vantaggio al giro sul resto del gruppo (in cui troviamo anche la Ferrari), il mondiale 2020 è già scritto.

Lo vincerà la Mercedes. Non so ancora dirvi se sarà Lewis Hamilton o Valtteri Bottas a vincere solo perchè il Covid-19 è in giro e potrebbe togliere dalle corse uno dei due per qualche tempo (come qualunque altro pilota) e, con un mondiale così compresso, questa variabile può influire sul risultato finale.

Questa è la dura realtà per il mondiale 2020.

Riguardo la Ferrari c'è poco da dire: la macchina è nata male (come quella dello scorso anno...) ed i piloti commettono ancora troppi errori.

Domenica 5 Luglio, Vettel ha commesso un errore da pilota demotivato e, dopo questi due gp, è già fuori dai giochi per il mondiale 2020. Sarà sicuramente sacrificato nelle strategie del team Ferrari da qui a fine stagione (a meno che non decidano di comune accordo di finirla prima del tempo).

Domenica 12 Luglio, Leclerc si è trasformato in "Maldonado" ed ha pagato subito con un errore grossolano il debito con la fortuna accumulato in Austria p1.

Riguardo la FIA e Liberty Media, francamente non capisco proprio come pensano di tenere in piedi il business della Formula 1 offrendo uno spettacolo del genere.

La gara di ieri aveva le prime 3 posizioni del podio definite sin dall'inizio. E posso assicurarvi che ci saranno molte altre gare come questa (basta guardare indietro agli ultimi sei anni!). Per quale motivo un appassionato di motori dovrebbe restare un'ora e mezza a guardare un evento il cui risultato è altamente prevedibile sin dal primo minuto?

La FIA in particolare potrebbe intervenire con regolamenti volti a equilibrare le prestazioni tra le vetture, invece sembrano focalizzati a creare regolamenti e procedure volti a proteggere la superiorità Mercedes. A tal proposito vedremo se hanno il coraggio di penalizzare quest'ultima per l'evidente cessione del progetto 2019 alla Racing Point di quest'anno (e grazie alla Renault per avere avuto il coraggio di fare una protesta formale a riguardo).

Di recente hanno consentito il DAS alla Mercedes che è un sistema al limite del regolamento, rigettando il successivo reclamo Red Bull. Poco tempo fa hanno invece penalizzato la Ferrari che aveva anch'essa trovato una soluzione ingegnosa nell'erogazione di potenza del motore pur se ai limiti del regolamento. Di fatto hanno tolto un avversario alla Mercedes e garantito la loro superiorità per tutto il 2020 e probilmente anche per il 2021.

Liberty media, responsabile dell'organizzazione dell'evento, del resto sembra essere anch'essa in balia di alcuni team di F1 (tra cui la Mercedes) non riuscendo nemmeno ad imporre le gare a griglia invertita in gara 2.

Vi chiedo: quanto più bella sarebbe stata gara 2 in Austra se ci fosse stata una partenza con la classifica dell'ultimo gp invertita come da tempo fanno in F2? Se le Mercedes partissero ultime, almeno quel secondo di vantaggio che hanno verrebbe sfruttato per dare spettacolo osservando come Hamilton e Bottas riescono a rimontare fino alle prime posizioni. Il loro titolo mondiale sarebbe così più bello, meritevole ed apprezzato da molte più persone.

Invece ieri l'unico spettacolo l'hanno offerto i piloti che correvano dal 4 posto in giù che però viaggiavano ad 1 minuto da Hamlton.....

Per farla breve, se continua così non prevedo un grande futuro per la F1.

In compenso, al Drive Gym lanceremo un programma di gare per i nostri clienti, followers e tutti gli appassionati di motorsport dove a tutti i partecipanti sara affidata la medesima auto con setup bloccato. Potranno così emergere i migliori "piloti virtuali" senza l'aiuto di mezzi superiori come sta purtorppo accadendo in F1 e come può accadere talvolta in altre competizioni motoristiche reali.

 

Alla prossima!

 

© Riproduzione riservata