Il gioco delle coppie: Kvyat vs Gasly

23/02/2020

 

Mentre anche in Italia impazza il Corona Virus (Covid-19), tutto il mondo della F1 stà analizzando i risultati della prima sessione di test di Barcellona che ha visto una Mercedes particolarmente veloce ed innovativa (con l'introduzione del DAS) ed una Ferrari in palese difficoltà (come ammesso dal Team principal Binotto). Buoni test anche per Red Bull e Racing Point.

Come già visto nelle stagioni passate, i veri valori in campo li vedremo da Melbourne in avanti anche se il timore di un altra stagione dominata dalla Mercedes si sta concretizzando sempre di più.

Continuiamo quindi con il nostro gioco delle coppie soffermandosi sul confronto tra i due piloti della scuderia Toro Rosso (oggi Alfa Tauri).

Non prenderò in considerazione il confronto tra Kvyat ed Albon dato che quest'ultimo è stato promosso in Red Bull ad Agosto, per cui valuterò la sua prestazione quando analizzeremo il team Red Bull (terzo nella classifica costruttori 2019).

 

Il rendimento della Toro Rosso nel 2019 è stato superiore a quello dello scorso anno, grazie alla crescita del motore Honda ed al contributo dei piloti coinvolti durante tutta la stagione. Kvyat ha avuto tutto sommato una buona annata, Albon è stato promosso in Red Bull e Gasly, anche se retrocesso dalla Red Bull, ha trovato in Toro Rosso nuovi stimoli e prestazioni brillanti.

Ma torniamo al confronto tra Kvyat e Gasly negli otto gran premi in cui hanno corso insieme.

 

In prova, registriamo una certa superiorità di Gasly con un 6 a 2 in suo favore. Inoltre Pierre è stato mediamente più veloce di Dany di circa 0,200 secondi il che gli ha permesso di partire in alcune occasioni molto più avanti nello schieramento (ad esempio in Brasile) raccogliendo poi risultati migliori e più punti.

 

Il confronto tra le posizioni finali in gara è invece in parità (4 a 4), và detto però che quando Gasly ha primeggiato ha raccolto sempre punti pesanti. Anche osservando i giri effettuati davanti al compagno di squadra, non c'è una grande differenza tra i due con 276 giri per Gasly contro i 210 di Kvyat. Questi numeri evidenziano che la superiorità di Gasly in prova in realtà non c'è nel passo gara dove i due piloti si sono sostanzialmente equivalsi.

La classifica a punti da però un grande vantaggio a Gasly con 32 punti contro i 10 di Kvyat per i motivi già spiegati sopra.

 

In conclusione: anche in questo confronto, la classifica a punti rispecchia il rendimento dei due piloti  anche se la differenza in gara non così ampia come quella in prova.

Interessante è rilevare la dichiarazione di Tost (team principal di Alfa Tauri ex Toro Rosso) dove sottolinea che la coppia Kvyat e Gasly è una delle migliori coppie di piloti che il team Faentino abbia mai avuto.

La quattordicesima posizione di Kvyat nella mia classifica personale è frutto di un mix di aspetti positivi e negativi. Anche se ha perso il confronto diretto con Gasly, ha vinto in termini di punteggio il confronto con Albon (infatti fino al GP di Ungheria aveva 27 punti contro i 16 di Albon). Dobbiamo poi considerare che è un pilota rientrato nel circus dopo una sonora bocciatura ed è riuscito ad esprimere nell'arco di tutta la stagione una buona crescita ed una certa costanza di rendimento. Ha limitato i suoi errori di irruenza (anche se deve migliorarsi ancora sotto quest'aspetto), è stato quasi sempre veloce come i suoi compagni di squadra ed ha mostrato di avere sempre un buon passo gara. Ha anche aggiunto al suo palmares il terzo posto sul podio in Germania. Tutto sommato, una buona stagione per lui.

A Gasly ho invece attribuito la dodicesima posizione perchè è stato superiore a Kvyat e perchè ha saputo recuperare psicologicamente dalla sonora bocciatura in Red Bull, offrendo grandi prestazioni in ToroRosso. Di questo gli và dato merito così come l'ottimo secondo posto conquistato in Brasile. Non bisogna però dimenticare l'inizio in stagione in Red Bull dove è stato sonoramente sconfitto da Verstappen sia in prova che in gara e con distacchi di tempo molto ampi (tra i 0,5 ed 1 secondo), tanto da essere sostituito da Albon nel corso della stagione. Credo infine che abbia ancora del potenziale da esprimere in Formula 1 dato che nel finale di stagione con la Toro Rosso ha avuto, in qualche occasione, meno distacco in prova da Verstappen di quello che aveva quando correva con la stessa vettura.

 

 

 

© Riproduzione riservata