Un 2020 al MAX!

07/01/2020

 

L'inizio di questo 2020 è stato decisamente scoppiettante per il mercato piloti di Formula 1 sopratutto in prospettiva futura.

La prima mossa l'ha fatta la Ferrari qualche settimana fà assicurandosi Leclerc fino al 2024. Oggi è arrivata la risposta Red Bull la quale si è assicurata Max Verstappen fino al 2023.

Quindi le scelte sui piloti in Ferrari e Red Bull sono ormai chiare, resta solo la Mercedes che, a questo punto, con ogni probabilità confermerà Hamilon fino al 2023 e gli affiancherà dal 2021 la giovane promessa Russel che sta crescendo in Williams.

A mio avviso infatti, sia Hamilton che Mercedes hanno tutto l'interesse a rinnovare la loro collaborazione. Infatti, il primo ha l'opportunità più unica che rara di raggiungere nuovi record nella storia della formula uno (sia come numero di vittorie che di mondiali) e conosce bene la qualità tecnica del suo team che non si farà cogliere impreparato delle novità regolamentari del 2021.

La Mercedes d'altro canto, assicurandosi Hamilton si garantisce un pilota di qualità assolutà, e darà la possibilità alla giovane promessa Russel di imparare da lui con un programma di due anni che gli può garantire una crescita completa ed efficacie.

Resteranno da definire (ritengo entro Giugno) le posizioni di Vettel, Bottas, Sainz e Ricciardo le cui sorti sembrano dipendere molto dalle loro prestazioni in pista e dagli sviluppi delle vetture che guideranno nel 2020 (con Renault e Ferrari chiamate ad un passo in avanti rispetto alla scorsa stagione).

Altra notizia interessante di questo 2020 (anche se di minor portata), è stato l'ingaggio di Robert Kubica da parte del team Sauber Alfa in qualità di terzo pilota e con compiti legati allo sviluppo dell'auto. Questa scelta è molto più interessante di quello che sembra non solo per lo sponsorizzazione della casa petrolifera polacca (Orlen) che da qualche anno finanzia il ritorno in F1 di Kubica, ma anche perchè penso che in Sauber non siano così sicuri che Kimi Raikkonen completerà la stagione (che molto probilmente sarà la sua ultima in F1).

Proprio ieri ho letto una sorprendente dichiarazione di Kimi (solitamente non comunicativo) dove dichiara che vincere un  mondiale di WRC sarebbe per lui qualcosa di unico visto che nella storia dell'automobilismo nessun pilota ha mai vinto un mondiale di F1 ed uno di Rally. Ecco la traduzione delle sue parole:

“Vincere un Mondiale Rally per me significherebbe più del mio campionato di Formula 1. Nessuno l’ha mai fatto prima, questo è un altro aspetto che lo rende interessante per me”.

Conoscendo il personaggio, non è improbabile che abbandoni il circus all'improvviso per seguire questi nuovi obbiettivi professionali. Con questa eventualità, è chiaro il motivo per cui la Sauber abbia ingaggiato un pilota solido, esperto e motivato a stare in F1 come Robert Kubica osservando la crescita del nostro Antonio Giovinazzi.

Insomma, un inizio di 2020 molto interessante e pieno di nuovi spunti per il futuro della F1 e per gli appassionati di motorsport.

Con l'occasione auguro uno splendido 2020 a tutti i miei lettori

 

© Riproduzione riservata